Bonus mobilità: al via nuovi rimborsi

Bonus mobilità: al via nuovi rimborsi

È nuovamente possibile fare richieste dei rimborsi per il Bonus mobilità o meglio conosciuto come bonus bici e monopattini. Dalle ore nove di giovedì 14 gennaio e fino al 15 febbraio verrà riaperta la finestra per richiedere il rimborso degli acquisti previsti dal Programma Sperimentale Buono mobilità effettuati tra il 4 maggio 2020 e il 2 novembre 2020.

Il Ministero dell’Ambiente spiega che questa volta “sono stati infatti contabilizzati i fondi necessari per poter soddisfare tutte le richieste di rimborso” e che potranno farne richiesta tutti coloro che non lo hanno ancora ottenuto, anche chi non si è pre-registrato. Per chi, invece, si è già pre-registrato, fa sapere il Ministero, arriverà una e-mail all’indirizzo indicato al fine di invitarli a caricare i dati e la documentazione attestante l’acquisto effettuato.

Che cos’è il bonus mobilità?

Riassumendo, il bonus mobilità è un contributo pari al 60% della spesa sostenuta e, comunque, in misura non superiore a 500 euro per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica (ad es. monopattini, hoverboard e segway) ovvero per l’utilizzo di servizi di mobilità condivisa a uso individuale, esclusi quelli mediante autovetture.

Chi può usufruirne?

Possono usufruire del buono mobilità i maggiorenni che hanno la residenza (e non il domicilio) nei capoluoghi di Regione (anche sotto i 50.000 abitanti), nei capoluoghi di Provincia (anche sotto i 50.000 abitanti), nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti e nei comuni delle Città metropolitane (anche al di sotto dei 50.000 abitanti).

Quali sono i requisiti?

Ricordiamo che i requisiti per richiedere il bonus mobilità dal 14 gennaio 2021 al 15 febbraio 2021 sono:

  • aver effettuato gli acquisti tra il 4 maggio 2020 e il 2 novembre 2020;
  • essere in possesso della fattura o scontrino attestante la tipologia di bene o servizio acquistato per identificarsi, tramite SPID, sul portale del buono mobilità;
  • non aver ancora usufruito del beneficio.

Si potrà richiedere il rimborso inserendo i propri dati, il valore del bene o servizio acquistato e la documentazione attestante l’acquisto sul portale buonomobilita.it, dopo essersi autenticati col proprio Spid. I rimborsi saranno erogati dopo il 15 febbraio 2021 e, prestate attenzione perché, solo fino a questa data, sarà possibile accedere alla propria area riservata per apportare  eventuali modifiche ai dati e alla documentazione inseriti.

Share