Chat with us, powered by LiveChat

Bonus sociale luce e gas: chi ne ha diritto e come ottenerlo

Bonus sociale luce e gas: chi ne ha diritto e come ottenerlo

I rincari delle bollette di luce (+55%) e gas (oltre il 40%) dal 1° gennaio 2022, causati dall’incremento dei costi delle materie prime, ha aggravato una situazione già difficile per cittadini e imprese dovuta al periodo pandemico. Nel tentativo di alleggerire gli aumenti, il governo ha previsto con la Legge di Bilancio 2022 risorse economiche a cui si affiancano una serie di provvedimenti fiscali per sostenere imprese e famiglie.

Tra le misure adottate va annoverato il potenziamento e l’estensione del bonus sociale. E’ bene ricordare che il bonus sociale luce e gas consiste in uno sconto applicato direttamente in bolletta, un’agevolazione che, a oggi, interessa circa 29 milioni di utenze domestiche e 6 milioni di utenze non domestiche.

I requisiti per beneficiare del bonus:

1)  il cittadino/nucleo familiare deve risultare in condizione di disagio economico, ossia deve appartenere ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 12.000 euro,

oppure

appartenere ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro,

oppure

appartenere ad un nucleo familiare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.

2) uno dei componenti del nucleo familiare ISEE deve risultare intestatario di un contratto di fornitura elettrica e/o di gas naturale:

– con tariffa per usi domestici (ossia la fornitura deve servire locali adibiti ad abitazioni a carattere familiare) e

– attivo (ossia l’erogazione del servizio deve essere in corso) o temporaneamente sospeso per morosità.

In alternativa al punto 2, uno dei componenti del nucleo familiare ISEE può usufruire di una fornitura condominiale (centralizzata) attiva.

Per ottenere l’agevolazione basta presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per l’anno in corso. Il contributo sarà automaticamente riconosciuto in bolletta. Qualora il proprio nucleo familiare abbia una fornitura centralizzata, quindi di tipo condominiale, si riceverà il bonus gas con un bonifico domiciliato, il quale sarà intestato alla persona che ha presentato la DSU e potrà essere riscosso presso qualsiasi sportello di Poste italiane.

Share

La tua opinione è importante per monitorare la qualità dei servizi pubblici regionali.

Compila i nostri questionari anonimi.

A fine anno sul nostro sito verranno pubblicati i risultati definitivi di ogni monitoraggio.