Chat with us, powered by LiveChat

Caso vaccini: servono controlli e trasparenza

Caso vaccini: servono controlli e trasparenza

Con questo comunicato, U.Di.Con. Emilia Romagna esprime sconcerto e indignazione per la situazione creatasi durante le vaccinazioni all’ospedale di Baggiovara pochi giorni fa. Riteniamo molto grave e assolutamente inaccettabile un comportamento simile da parte delle persone addette alla vaccinazione.

Con tutti i protocolli, sanitari e non, ai quali i cittadini devono sottostare ogni giorno è irresponsabile e da incoscienti utilizzare dosi aggiuntive di vaccino in maniera personale per amici e parenti, senza curarsi minimamente del fatto che per questo vaccino moltissime persone, ben più a rischio di salute, stanno ancora aspettando la chiamata.

Un fatto che lascia basiti, sia per la gravità, sia per la noncuranza con la quale i colpevoli ne hanno approfittato a scapito della comunità. Un fatto che fa già discutere e che rischia di ledere la fiducia dei cittadini nell’azienda sanitaria, che aveva, finora, nonostante ritardi e qualche criticità già sottolineate in precedenza, risposto in maniera adeguata alle difficoltà poste dalla pandemia. Speriamo che questo rimanga un caso isolato e che le vaccinazioni proseguano come previsto dai protocolli.

I responsabili dovranno essere puniti e in maniera esemplare, ben vengano le scuse dell’AUSL, ma occorre fare meglio e, d’ora in poi, in maniera trasparente. Per il bene di tutti i cittadini e del nostro sistema sanitario regionale.

 

Il Presidente Regionale di U.Di.Con. Emilia Romagna

Vincenzo Paldino

 

Share