Chat with us, powered by LiveChat

Fine delle riprese per il cortometraggio U.Di.Con. sul post-lockdown girato a Modena. Il progetto è stato realizzato in quattro giorni e verrà presentato a dicembre nei cinema

Fine delle riprese per il cortometraggio U.Di.Con. sul post-lockdown girato a Modena.  Il progetto è stato realizzato in quattro giorni e verrà presentato a dicembre nei cinema
Si sono concluse nei giorni scorsi le riprese del cortometraggio prodotto da U.Di.Con. Emilia-Romagna intitolato ‘Forse… domani’. Il progetto, scritto da Vincenzo Malara e diretto da Fabio Fasulo, è stato girato in quattro giorni nel centro di Modena e racconta la storia di Lucio e Giulia, giovane coppia che vivrà sulla loro pelle gli effetti del post-lockdown. La troupe, composta da una decina di persone, si è mossa all’ombra della Ghirlandina con telecamere e strumentazioni per allestire set e ricreare le situazioni in cui si muovono di due protagonisti. Decine le comparse coinvolte, così come sono stati tantissimi i curiosi che hanno assistito agi spostamenti del gruppo all’interno di supermercati, negozi e addirittura a bordo di un autobus. L’obiettivo dell’associazione è raccontare attraverso il cortometraggio le problematiche più comuni affrontate dai cittadini e dai consumatori in questa fase di ripresa, il tutto attraverso le esistenze di due ragazzi come tanti altri. Lucio e Giulia sono interpretati rispettivamente da Athos Leonardi e Irene Girotti.

Con loro, nel ruolo di Carlo e Vittorio, ci sono Roberto Rocchi e Saverio Mazzoni. Sono parte della troupe il fonico Andrea Pasqualetti, l’aiuto regista Enrico Gennari, la direttrice della fotografia Roberta Bedocchi, la segretaria di edizione Giulia Castagnetti, la scenografa Nadia Righi e la truccatrice Erika Poltronieri. Il cortometraggio sarà presentato a dicembre nei cinema e successivamente inizierà il suo cammino in diversi festival nazionali e internazionali.

Share