Chat with us, powered by LiveChat

Il mercato libero dell’energia e del gas

Il mercato libero dell'energia e del gas

Un terzo dei consumatori ha scelto di passare al mercato libero e abbandonare quello tutelato. Sicuramente i dubbi sono molti per affrontare il passaggio, ma una volta fatto i vantaggi potrebbero essere evidenti.
Già il solo poter confrontare le tariffe e scegliere quella più adatta alla propria esigenza è un beneficio che molti hanno atteso per tanto tempo. Oltre coloro che han-no già effettuato il passaggio è bene capire quando avverrà il passaggio obbligato.

Mercato libero significa che tutti gli utenti possono scegliere in libertà da qua-le fornitore e a qua-li condizioni economi-che acquistare gas ed elettricità. I fornitori in teoria hanno piena autonomia nel determinare il prezzo di vendita della materia prima, perché di fatto i costi dei servizi di rete e delle altre componenti sono fissati dall’autority AEEGSI, essendo la rete di trasmissione e distribuzione unica sul territorio. Può decidere di fatturare ogni kwh consumato, sottoscrivere tariffe con prezzo fisso h24 oppure scegliere delle tariffe diverse per giorno e notte.
Sicuramente bisogna valutare bene le offerte e considerare alcuni parametri importanti come:

  • il consumo presunto annuo in kwh;
  • la ripartizione del consumo secondo il giorno, notte e weekend;
  • la digitalizzazione o meglio la capacità di gestire la fornitura online, perché nel web ci sono le tariffe più vantaggiose.

Per passare al mercato libero non c’è necessità di cambiare il contatore e la rete di trasmissione sarà la stessa. Per i tempi del passaggio dal vecchio al nuovo fornitore si impiegano fino a 45 giorni, significa che per prima arriverà l’ultima bolletta del vecchio fornitore e successivamente quelle del nuovo fornitore.
Se hai stipulato un accordo errato esiste il Diritto di Ripensamento, significa che nei giorni successivi alla stipula puoi modificare i termini del contratto anche con il sostegno di organi ufficiali dell’Autority come:

  • sportello del consumatore, da utilizzare per informazioni o per sporgere reclamo contro il proprio fornitore;
  • tavolo di conciliazione, per risolvere controversie con il proprio fornitore. ll mercato libero permette ampia visione delle tariffe e possibilità di scegliere in base alle proprie esigenze. Per risparmiare al meglio e avere ciò che realmente contiene i costi in bolletta è bene confrontare le tariffe a disposizione di energia elettrica e difendersi da offerte ingannevoli leggendo attentamente tutte le clausole del contratto.

Il mercato libero ti responsabilizza e rende la bolletta di luce e gas personalizzata per la tua necessità. È importante sapere che per cambiare operatore non bisogna pagare nulla e se viene chiesta una somma di denaro già da questo il consumatore potrebbe intuire da solo che non si tratta di un fornitore che potrebbe essere utile alla sua causa.
Secondo alcuni studi, le offerte del mercato libero possono far risparmiare fino a 71 euro ogni anno riguardato la componente energia elettrica e fino a 107 sulle fatture del gas. Non male considerando anche i servizi aggiuntivi alla semplice forniture come raccolte punti, polizze assicurative casa, sostituzione caldaie, consulenza per l’efficienza energetica ecc., il risparmio complessivo può arrivare a oltre 1.000 euro, a fronte di una bolletta luce e gas di circa 1.700 euro. Le offerte nel mercato libero sono davvero tante e, conoscendo tutte le informazioni e le condizioni contrattuali, troveremo quella più adatta alle nostre esigenze e alle nostre abitudini di consumo. Certamente è importante valutare, bolletta alla mano, tutte le variabili, per scegliere la tariffa più conveniente per noi.

Share