Chat with us, powered by LiveChat

La scelta dei giocattoli: l’informazione al consumatore è fondamentale

La scelta dei giocattoli: l’informazione al consumatore è fondamentale

I giocattoli vanno scelti sempre con estrema cura soprattutto per i più piccoli. Cercando sempre di proporre dei giocattoli che siano stati appositamente pensati per loro. Ancora non li sanno maneggiare bene e possono incappare in diversi rischi e pericoli che non dobbiamo mai sottovalutare quando andiamo a comprare un giocattolo per un bambino, soprattutto se piccolo. Per garantire che i giocattoli diano ai vostri bambini la migliore esperienza possibile val la pena di seguire sempre alcuni consigli di sicurezza. Comprate sempre giocattoli con il marchio dell’Unione Europea, con particolare attenzione alle contraffazioni.
Nonostante il marchio CE non sia direttamente una guida per il consumatore è comunque segno che il produttore si impegna a soddisfare tutte le norme di sicurezza dell’Unione europea, che sono tra le più rigorose al mondo.
Leggete sempre bene le etichette per capire tutte le avvertenze e le istruzioni, come è stato fatto il gioco e dove è stato confezionato. Seguire attentamente eventuali istruzioni per montare ed usare correttamente il giocattolo. Conservate con cura le istruzioni e le informazioni contenute nella confezione. Allontaniamo tutti gli imballaggi e assicuriamoci che i bambini non giochino con imballaggi costituiti da fogli in plastica che potrebbero causare soffocamento.
Meglio acquistare i giocattoli in negozi e canali di vendita sicuri e certificati. Questi prestano particolare attenzione alla scelta degli articoli che rivendono e accetteranno eventuali restituzioni. Non fatevi abbindolare da prezzi bassissimi, che possono celare oggetti potenzialmente pericolosi. I rivenditori non affidabili ignorano le prescrizioni in tema di salute e sicurezza e potrebbero commerciare prodotti contraffatti. Occorre accertarsi dell’affidabilità dei giocattoli comprati online, di quelli che vengono regalati ai vostri bambini e di quelli di seconda mano.
Bisogna sempre scegliere giocattoli adatti all’età, alle abilità e alle capacità del bambino. I giocattoli non adatti all’età del bambino possono essere pericolosi per la sua salute. Seguire accuratamente le indicazioni relative all’età, in particolare il simbolo 0-3 e l’avvertenza “non adatto ai bambini di età inferiore a 36 mesi”, accompagnati dall’indicazione di pericolo. Evitate giocattoli che contengono parti piccole che si possono staccare per i bambini al di sotto dei tre anni di età. Queste potrebbero venir mangiate e potrebbero causare soffocamento. Acquistate sempre giochi che possano stimolare la loro creatività. Preferiamo giochi morbidi per i neonati. Acquistiamo, se è possibile, giocattoli in materiali naturali. I giochi in legno sono gettonatissimi, molto meglio della plastica. Controlliamo sempre che le confezioni siano integre e che anche il gioco lo sia: se è scheggiato o rovinato, riportiamolo al negozio.
Dobbiamo inoltre ricordarci di tenere d’occhio i bambini mentre giocano. Dobbiamo accertarsi che i giocattoli siano impiegati come dovrebbero e che siano adatti all’età e alle capacità del bambino. Se possiamo stiamo con loro, sia per vigilare il gioco sia per aiutarli a manipolare i giocattoli, interagendo con loro. Impareranno più in fretta. Quando vengono utilizzati certi tipi di giocattoli, come scooter, pattini a rotelle e biciclette, dovrebbero sempre essere indossati il casco e altri equipaggiamenti di sicurezza.
Controlliamo di quando in quando i giocattoli dei vostri bambini. Per assicurarci che il logorio non determini un rischio di ferite o conseguenze per la salute e per la sicurezza del bambino. Eliminiamo immediatamente i giocattoli danneggiati. Insegniamo ai bambini a mettere via i propri giocattoli per evitare incidenti. Non lasciamo giocattoli sulle scale o sul pavimento in zone della casa molto frequentate.

“Realizzato nell’ambito del Programma generale d’intervento della Regione Emilia Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico. Ripartizione 2015”

Share