Chat with us, powered by LiveChat

Newsletter_16 del 02.08.2017

Newsletter_16 del 02.08.2017

Inviata a 7497 contatti

“A qualcuno piace giusto”: 100 scuole contro lo spreco alimentare

Spreco alimentare? Un problema per l’ambiente e la salute delle persone: oltre 800 milioni di persone soffrono la fame, gli stessi contadini, allevatori e pescatori che il cibo lo producono, mentre oltre un miliardo sono in sovrappeso (FAO). CISV e Fondazione ACRA, con l’obiettivo di migliorare il senso critico e l’impegno attivo degli insegnanti e degli studenti in merito all’alimentazione sostenibile e al consumo consapevole, hanno dato vita al progetto EAThink in più di 100 scuole primarie e secondarie di tutta Italia.
Il progetto, tra le attività, ha previsto il concorso video ‘A qualcuno piace giusto’, realizzato con il patrocinio di Pubblicità Progresso: studenti e insegnanti attraverso video, testi e infografiche, hanno cercato di riassumere in 30 secondi un messaggio per sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi dello spreco alimentare, sostenibilità e consumo critico.
Una giuria di esperti ha valutato i video finalisti eleggendo i vincitori, che avranno l’occasione di vedere il proprio spot riprodotto professionalmente dalla casa di produzione ‘Insolito Cinema’ e mandato in onda fino a dicembre sulle principali tv nazionali e locali, sui social e sui canali web video. Due i premi principali: uno riservato alle scuole primarie e secondarie di primo grado e l’altro dedicato ai lavori prodotti dalle scuole secondarie di secondo grado. Il team di Eathink e Seminario Permanente Luigi Veronelli, associazione per la cultura degli alimenti che ha deciso di sostenere il progetto, hanno assegnato alcune menzioni speciali.
I vincitori del 1° premio per la sezione Scuole Primarie e Secondarie di Primo Grado sono gli studenti della Classe I C della Scuola Secondaria di Primo Grado “Molino Vecchio” di Gorgonzola (MI) con il video ‘A qualcuno piace…troppo’ che affronta il tema dello spreco alimentare in modo efficace e divertente. I vincitori del 1° premio per la sezione Scuole Secondarie di Secondo Grado sono gli studenti della Classe IV G del I.I.S. Einaudi di Ferrara con il video ‘Per un pugno di soia’ che, richiamando alcune atmosfere dei film western all’italiana, mette in scena un duello fra l’uomo che consuma cibo sano e gli uomini da fast food. Menzione speciale del team di Eathink il video ‘No agli sprechi alimentari’ della Classe V BT del I.S. Falcone di Gallarate (VA), che con poche immagini sono riusciti a trasmettere in modo chiaro i rischi e le conseguenze dello spreco alimentare.
Il progetto, sostenuto dalla Commissione Europea, si è svolto in contemporanea anche in Austria, Croazia, Cipro, Francia, Ungheria, Malta, Polonia, Portogallo, Romania, Slovenia e Spagna, che hanno eletto il migliore spot EAThink2015 a livello europeo: il vincitore è stato il video francese L’Ardoise de Léo della scuola Lycée des Andaines in Normandia, a cui la giuria ha riconosciuto il merito di connettere in modo efficace il problema dell’acqua al contesto locale e globale. Premio, la diffusione non solo nazionale ma anche europea.

“Realizzato nell’ambito del Programma generale d’intervento della Regione Emilia Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico. Ripartizione 2015”

Share

La tua opinione è importante per monitorare la qualità dei servizi pubblici regionali.

Compila i nostri questionari anonimi.

A fine anno sul nostro sito verranno pubblicati i risultati definitivi di ogni monitoraggio.