Chat with us, powered by LiveChat

Newsletter_28 del 02.12.2017

Newsletter_28 del 02.12.2017

Inviata a 7497 contatti

CRESCONO LE VENDITE DI AUTOVEICOLI GRAZIE AL RICORSO AI FINANZIAMENTI

Auto e scooter sono la prima scelta degli italiani, meglio se acquistati con un finanziamento . Per comprare auto e moto, infatti sempre i clienti che chiedono un prestito. Non si rinuncia quindi all’acquisto di un’autovettura o una moto di proprietà, ma per farlo si accede a una dilazione nei pagamenti. Una tendenza che nei primi sei mesi del 2017 ha registrato un volume erogato tramite dealer convenzionati di 10 milioni, con una crescita dell’11,3%.
A spingere le vendite assume un ruolo sempre più determinante il credito al consumo, senza il quale l’80% degli acquirenti avrebbero rinunciato o rimandato l’acquisto. Se, infatti, nei primi sei mesi del 2017 il credito al consumo è aumentato complessiva dell’8,6%, sono i dealer di auto e moto ad aver assunto un ruolo di primo piano, con una quota pari a circa l’83% del totale e un valore di 8,1 milioni di euro (un aumento dell’11,3%).
È questo il quadro rivelato dalla nuova edizione dell’Osservatorio Compass –società di consumo del Gruppo Mediobanca- sui venditori convenzionali del settore.
Gli italiani che ricorrono a un finanziamento sono già informati al momento dell’acquisto rispetto alla modalità di finanziamento della spesa (53%), scegliendo di sottoscrivere un prestito presso lo stesso dealer per la miglior offerta in termini di tasso (56) e per la praticità (41%).
La media degli importi finanziati nel 2016 per l’acquisto di un’auto nuova è di 13.179 euro (+3,3% rispetto al 2015) e di 10.429 euro per l’usato (+4,9%). In aumento del 3,7% anche la media per l’acquisto delle due ruote che raggiunge quota 3.928 euro.
La popolazione italiana è in costante movimento, settimanalmente l’84% si sposta per un tempo medio per ciascuna tratta di un’ora e una percorrenza quotidiana di circa 29 chilometri. Nonostante la diffusione servizi di mobilità alternativa, l’auto privata viene scelta dai due terzi degli intervistati. Questo a sottolineare che car/scooter sharing e car/scooter pooloing hanno un impatto (limitato) e solo nelle grandi città.

“Realizzato nell’ambito del Programma generale d’intervento della Regione Emilia Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico. Ripartizione 2015”

Share