Chat with us, powered by LiveChat

Newsletter_3 del 18.04.2017

Newsletter_3 del 18.04.2017

Inviata a 7497 contatti

COME SI COMPONE IL PREZZO DELLA BOLLETTA DELLA LUCE

Il prezzo finale della bolletta della luce è formato dalla somma di diverse componenti di spesa i cui valori sono fissati trimestralmente dall’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI) per gli utenti nel mercato di tutela.
Il corrispettivo totale da pagare si compone delle seguenti quote:
– Spesa per la materia energia, suddivisa a sua volta nelle componenti PE, PD, PCV, PPE e DispBT a copertura di tutti i costi di acquisto all’ingrosso, dispacciamento e commercializzazione dell’energia elettrica.
– Spesa per il trasporto e la gestione del contatore, composta dalle componenti Tau1, Tau2, Tau3, UC3, UC6 è la voce di spesa che raccoglie tutti i contributi relativi alla messa in opera ed al mantenimento in buono stato della rete di distribuzione dell’energia.
– Spesa per oneri di sistema, composta dalle componenti A, UC4, UC7, MCT racchiude tutte le quote di spesa destinate ad incentivi statali in campo energetico – come ad esempio la promozione delle energie rinnovabili – ed agli investimenti in attività ad esso collegate.
– Imposte statali che si compongono di accise, dovute solo per consumi oltre i 150 kWh/mese nell’abitazione di residenza e calcolate in base alla corrente consumata, e IVA. Quest’ultima è pari al 10% per gli usi domestici.
Le imprese di vendita nel mercato libero dell’energia hanno invece la possibilità di applicare un prezzo differente per la componente di costo dell’energia e quindi possono proporre offerte più vantaggiose pensate per diversi profili di consumo.

“Realizzato nell’ambito del Programma generale d’intervento della Regione Emilia Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico. Ripartizione 2015”

Share