Chat with us, powered by LiveChat

Olio extravergine di oliva: proprietà, caratteristiche e benefici per la salute

Olio extravergine di oliva: proprietà, caratteristiche e benefici per la salute

Conosciuto e usato fin da tempi antichissimi, l’olio di oliva è il grasso più usato nella dieta mediterranea. Sono innumerevoli gli studi clinici ed epidemiologici che evidenziano le qualità nutrizionali di questo alimento, considerato il più adatto all’alimentazione umana, tra tutti i grassi alimentari di largo consumo.

Un primato che nasce da una semplice verità: l’extravergine è l’unico olio ad essere pro-dotto solamente spremendo le olive, senza l’aiuto di solventi chimici o altri interventi industriali, come accade invece per altri oli o grassi vegetali. L’extravergine, è rimasto negli anni un pro-dotto genuino e naturale, una spremuta di olive che trasferisce all’olio tutte le sostanze preziose contenute nella materia prima. È il condimento con il miglior equilibrio di grassi: particolarmente ricco di acidi grassi monoinsaturi, che tra le sostanze grasse sono le più attive per la prevenzione dei disturbi cardiovascolari, e povero invece di grassi saturi, responsabili dell’aumento dei livelli di colesterolo nel sangue e direttamente legati a problematiche come l’occlusione delle arterie, l’arteriosclerosi, l’infarto del miocardio. L’olio extravergine di oliva ne con-tiene pochissimi, a tutto vantaggio della salute. In particolare abbonda in acido oleico, un grasso monoinsaturo capace di regolare i livelli di colesterolo, prevenendo le lesioni arteriose e riducendo il rischio di infarto, ictus, trombosi e coronaropatie in genere. I grassi monoinsaturi, inoltre, rendono l’olio extravergine di oliva particolarmente resistente alle alterazioni. Questo significa che, se ben conserva-to, non irrancidisce ma soprattutto sopporta be-ne la cottura, raggiungendo temperature anche elevate senza dar luogo alla formazione di sostanze nocive, cosa che invece succede quando si utilizzano oli ricchi di grassi polinsaturi (come l’olio di semi). A distinguere gli oli extra-vergini dagli altri oli è anche il contenuto di polifenoli, antiossidanti molto particolari, che riescono a proteggere i grassi proprio quando si trovano in un ambiente sfavorevole, ricco di acqua, come all’interno della polpa di oliva ma anche i grassi che si trovano nell’ambiente acquoso delle nostre cellule. E così i polifenoli diventano importanti anche per la nostra salute: proteggono l’integrità delle membrane cellulari, garantendo una difesa contro la formazione e lo sviluppo di molti tipi di tumori, e sembra siano anche in grado di contra-stare la perdita di memo-ria e l’alterazione delle altre funzioni cognitive legata all’invecchiamento. E proteggono la vitamina E dall’ossidazione. che protegge le membra-ne cellulari dai processi d’invecchiamento ed è considerata la vitamina della bellezza. Lo squalene, invece, contrasta i tumori della pelle. In Italia, dove il consumo di olio extravergine è particolarmente elevato, l’aspettativa di vita è più alta che nei paesi nordeuropei, dove si tende a consumare una quota più alta di grassi di origine animale.

Share